Home Home Ricorso per chiedere l’autorizzazione alla rinuncia all’eredità per i minorenni

Ricorso per chiedere l’autorizzazione alla rinuncia all’eredità per i minorenni

89
0

 

La rinuncia dell’eredità per conto dei minorenni deve essere obbligatoriamente richiesta al Tribunale

Nel ricorso bisognerà allegare la documentazione che provi la passività dell’eredità e il rapporto di parentela con il defunto

La morte di un parente che in vita ha contratto più debiti che crediti potrebbe determinare problemi a carico degli eredi e dei loro figli. Com’è noto si ereditano sia i debiti che i crediti, di conseguenza chi dovesse accettare un’eredità passiva, nella quale cioè i debiti sono maggiori dei crediti, sarà costretto a farvi fronte con il proprio patrimonio. Naturalmente l’ordinamento consente a chi non vuole accollarsi i debiti del defunto di non accettare l’eredità attraverso l’atto pubblico di rinuncia. In genere quando vi è un’eredità passiva tutti i chiamati rinunciano, si arriva fino al sesto grado di parentela e una volta che tutti hanno rinunciato il patrimonio del defunto rimane senza eredi. Il problema però è che tra i chiamati all’eredità potrebbero esserci dei minorenni, i quali non avendo capacità di agire a causa dell’età non possono effettuare la rinuncia all’eredità del de cuius. I genitori per poter effettuare la rinuncia dell’eredità a favore dei figli devono chiedere l’autorizzazione al giudice tutelare attraverso un ricorso nel quale specificano le motivazioni e i documenti che li inducono a chiedere la rinuncia per conto dei minorenni. Ad ogni modo si specifica che l’accettazione dell’eredità per i minori viene effettuato con beneficio di inventario, di conseguenza se anche l’eredità dovesse essere considerata accettata dai minorenni che non hanno rinunciato, e i creditori dovessero aggredire il loro patrimonio, i minori potrebbe sempre far valere tale tutela che l’ordinamento gli attribuisce. Ad ogni modo riportiamo il tipo di ricorso che bisogna redigere per il quale è previsto il pagamento soltanto della marca da bollo di € 27,00. E’necessario comunque avvalersi del ministero di un avvocato.

Tribunale di 

Sezione Volontaria Giuirsdizione

Ricorso ai sensi dell’art. 320 e 374 c.c per autorizzazione alla rinuncia all’eredità per conto di minorenni

I sottoscritti Tizio e caia

genitori di tizietto e caietta entrambi minorenni nati il

espongono quanto segue:

Il sig. Tizio è parente di Sempronio in terzo grado che è deceduto in data

I parenti di cui al primo al secondo e al terzo grado compreso lo stesso Tizio hanno rinunciato mediante atto pubblico all’eredità di Sempronio in quanto essa risulta essere passiva;

Sempronio infatti aveva i seguenti debiti come comprovato dalla documentazione in atti;

I minori Tizietto e Caietta viste le rinunce di tutti gli altri parenti essendo parenti in quarto grado di Sempronio sono i prossimi chiamati all’eredità, ( specificare i gradi di parentela e allegare le rinunce effettuate dagli altri parenti con atto pubblico);

è di fondamentale importanza tutelare i su indicati minorenni, i quali sono successori ex lege, dalla pregiudizievole eredità di Sempronio che come descritto è passiva

PQM

Si richiede a codesto giudice tutelare ai sensi degli artt 320 e 374 cc di autorizzare i sig. Tizio e Caia a rinunciare per conto dei loro figli minorenni all’eredità del Sig. Sempronio

Avv. Italo Carbone

Facebook Comments