Home Home Pagamento contactless: dal 2021 limite a 50 euro

Pagamento contactless: dal 2021 limite a 50 euro

41
0

 

Raddoppiato il limite di pagamento con il sistema contact less

Il nuovo metodo di pagamento contactless è stato molto apprezzato dai consumatori perchè rende più agevoli i pagamenti da effettuare con il bancomat per importi inferiori ad € 25,00. Il successo è stato talmente strepitoso che Visa, Mastercard e American express  hanno annunciato che da Gennaio 2021 sarà raddoppiato il limite di pagamento con contact less ossia arriverà fino ad € 50,00.

In che cosa consiste il pagamento contact less

Il pagamento contcat less è l’avvicinamento del chip della carta di debito ( detta comunemente bancomat) o della carta di credito al sistema del rivenditore il quale attesterà l’avvenuto pagamento senza necessità di inserire il Pin e senza firmare ricevuta in caso di carta di credito.  Tale modalità di pagamento è immediata, comoda e sicura e non prevede l’inserimento della tessera di pagamento nel Pos dell’esercente. Le tessere contact less hanno avuto un inesorabile successo, e sono sempre di più gli esercenti che abilitano i loro sistemi a poter ricevere questo tipo di pagamenti. Il contact less infatti velocizza moltissimo le file per i pagamenti in tutte le attività in cui esso viene adottato ed inoltre è estensibile anche al sistema di telefonia mobile.

Rischi minimi con il pagamento contact less per la sicurezza dei pagamenti

La bufala della truffa contact less partita dal Regno unito

Agl inizi del 2016 in Inghilterra era stata pubblicata una foto, ripresa da alcuni quotidiani anche italiani, nella quale veniva inquadrato un uomo con in mano un pos portatile all’interno del pullman. Sotto tale foto vi era la descrizione di una possibile truffa che si poteva mettere in atto, avvicinando il pos portatile alla tasca o al portafoglio di un passeggero, sottraendogli in questo modo il danaro dalla carta grazie alla tecnologia contactless. Questa ricostruzione non è attendibile per due motivi fondamentali. Il primo è che la tessera bancomat o carta di credito deve stare a tre centimetri dal pos, di conseguenza non si comprende come si possa avvicinare un pos a meno di tre centimetri ( raggio trasmissione Nfc) dalla tessera di una persona senza che questi se ne accorga, inoltre è alquanto improbabile che il sistema possa funzionare se la tessera è tenuta in tasca o nel portafoglio. Il secondo motivo è che se anche si riuscisse ad ottenere il pagamento esso risulterebbe tracciabile, di conseguenza il truffatore sarebbe facilmente perseguibile dall’autorità giudiziaria. Ad ogni modo il consumatore può stare tranquillo perchè oramai le Banche hanno instaurato sistemi di sicurezza solidi e comunque coperti da assicurazioni, di conseguenza ove il consumatore segnali un pagamento avvenuto contro la sua volontà l’istituto di credito dopo una breve indagine interna provvederà a rimborsarlo in maniera piuttosto rapida. In ogni caso è sempre consigliabile richiedere alla propria banca l’sms allert per ogni spesa che si effettua, in questo modo l’eventuale denuncia di addebiti ingiustificati potrà essere tempestiva e l’eventuale risarcimento sarà pressochè immediato.

Avv. Tamara Liguori

Facebook Comments