Home Codice della strada Multe e verbali: modello di ricorso al prefetto

Multe e verbali: modello di ricorso al prefetto

1125
0

 

Un modo per difendersi dalle contravvenzioni è il ricorso al Prefetto ( artt. 203 e 204 del codice della strada)

Il pericolo è il raddoppio della sanzione ma se il Prefetto non risponde il ricorso si considera accolto

Il ricorso al Prefetto avverso le violazioni del codice della strada si può presentare entro 60 giorni dal ricevimento del verbale, in caso di diniego, l’autorità Prefettizia raddoppia la sanzione irrogata. Se non riceviamo nessuna risposta il ricorso si considera accolto per silenzio-assenso. E’possibile inviare il ricorso tramite raccomandata a/r in tal caso è necessario conservare la ricevuta di invio e la ricevuta di ritorno. Oppure depositare il ricorso nell’ufficio dell’autorità irrogante ( Carabinieri, Polizia Municipale, Polizia Stradale)

Ricorso al Prefetto di Salerno avverso verbale ndella Polizia Municipale di

oppure tramite la Polizia Municipale di ….

Il Sig. Mario Rossi nato a e residente in

premesso che

in data il verbale n. del è stato notificato presso la residenza dell’esponente in qualità di proprietario dell’autovettura tg per ( riportare ciò che è scritto nel verbale tra virgolette) irrogando una sanzione di € e la decurtazione di punti n.

Avverso il predetto verbale, il sottoscritto presente formale opposizione per i seguenti motivi:

Es ( Errata indicazione della targa, mancata indicazione dell’orario o del luogo o della data violazione, mancata indicazione data taratura autovelox, mancata indicazione dei motivi per i quali non si è provveduto alla contestazione immediata, notifica effetuata dopo i 90 giorni dalla contestazione)

E’possibile richiedere l’audizione personale all’autorità prefettizia. Il cittadino può chiedere di essere ascoltato direttamente per chiarire la sua posizione. Lo strumento è molto utile perchè ci può far capire se il nostro ricorso sarà accolto e in ogni caso aiuta a spiegare la propria posizione. Dell’audizione personale è possibile che sia redatto verbale sintetico delle dichiarazioni

P.  Q. M.             ( Per questi motivi)

il Sig Mario Rossi chiede a codestà autorità di:

  1. annullare il verbale n. per violazione di legge ( o eccesso di potere o sviamento di potere);
  2. e per l’effetto di annullare tutti gli atti conseguenziali
  3. disporre l’audizione personale
  4. di comunicare al sottoscritto Mario Rossi l’esito della presente opposizione

Si allega copia verbale n. e carta di identità del ricorrente

Salerno, 20 Maggio 2018                 Mario Rossi

Senza la firma o senza la data il ricorso si considera inesistente

Il termine entro il quale il Prefetto deve decidere

Termine entro il quale il Prefetto deve notificare la decisione al cittadino

Il Prefetto deve decidere entro 210 giorni dal ricevimento del ricorso, la data del ricevimento del ricorso è indicata nella ricevuta di ritorno della Raccomandata a/r.Se il ricorso è presentato tramite deposito presso l’autorità irrogante il Prefetto deve decidere entro 180 giorni dal ricevimento del ricorso. ( art 203 e 204 Codice della Strada) Se il Prefetto non decide entro i termini su indicati, il ricorso si considera accolto per silenzio-assenso, di conseguenza è importantissimo conservare la ricevuta di ritorno della raccomandata, una copia del ricorso e l’originale del verbale. Esse costituiscono la prova di aver presentato il ricorso. La data della decisione del Prefetto deve rispettare i termini appena indicati, l’organo prefettizio ha 150 giorni dalla data della decisione per notificare il provvedimento all’interessato. Se presentiamo ricorso al Prefetto e non riceviamo alcuna comunicazione entro un anno dal data delle notifica del ricorso indicato nella ricevuta di ritorno, allora possiamo stare tranquilli di aver ottenuto l’accoglimento del ricorso attraverso il silenzio-assenso. Trascorso un anno infatti il Prefetto non potrà più notificarci la sua decisione, se lo facesse essa sarebbe nulla per violazione dei termini.

L’Audizione personale e la sospensione del termine per l’adozione della decisione del Prefetto

Se si richiede l’audizione personale, i termini per decidere il ricorso sono sospesi per il tempo necessario ad espletare l’audizione, in genere il Prefetto comunica i giorni entro i quali il cittadino può espletare l’audizione personale dopo aver ricevuto il ricorso, se questi non si presenta, il Prefetto va avanti nel procedimento e decide.

Un esempio ci chiarirà meglio quanto appena detto.

Ricorso notificato il 1 Agosto 2019 il Prefetto comunica al cittadino ( in genere dopo qualche mese dal ricevimento del ricorso) che l’audizione personale si potrà tenere il lunedi, il mercoledi e il venerdì tra le 9 e le 10 dal 1 Dicembre 2019 al 15 Dicembre 2019. Il periodo che va dal 1 al 15 dicembre 2019 non è computato nel termine entro il quale il Prefetto deve adottare la decisione. In questo caso dunque il termine per la decisione del Prefetto non scadrà il 1 Marzo 2019 ( 7 mesi dopo) ma il 16 Marzo 2019. Il Prefetto avrà 150 giorni per notificare al cittadino la sua decisione quindi entro 13 Agosto 2019 ( Marzo Maggio e Luglio hanno 31 giorni….). Ovviamente se il cittadino si presenta nel primo giorno utile stabilito dal Prefetto la sospensione dei termini sarà solo per un giorno.

Avv. Tamara Liguori

 

Facebook Comments