Home Diritto Tributario Detrazione spese per attività sportiva minori

Detrazione spese per attività sportiva minori

29
0

Detrazione da irpef purchè il figlio risulti a carico del contribuente

Stiamo entrando nel periodo delle dichiarazioni dei redditi e riteniamo utile ricordare a tutti i contribuenti che hanno dei figli tra i 5 e i 18 anni che nel corso dell’anno hanno svolto attività sportiva la possibilità di detrarre dalle imposte le spese sostenute. Detrazione vuole dire sottrazione dall’imposta, se una persona deve pagare irpef ( imposta reddito persone fisiche) per 5000 euro, la somma spesa per l’attività sportiva del figlio viene detratta da quell’importo, purchè essa sia documentata.Per godere della detrazione il figlio deve risultare a carico della persona che richiede di usufruire della detrazione. I figli possono essere a carico di uno dei genitori o di tutti e due, in quest’ultimo caso la detrazione va attribuita al 50% a testa per genitore. E’necessario inoltre allegare alla dichiarazione dei redditi la ricevuta della palestra o dall’ente presso il quale il figlio esercita l’attività sportiva. La detrazione è applicabile anche se a carico del contribuente vi sono altri minori a carico a prescindere dal grado di parentela.

Quanto si può detrarre?

La doppia importanza di richiedere che la fattura corrisponda all’importo effettivamente versato

La detrazione di cui si può usufruire è del 19% dell’importo speso fino al limite di 210 euro. Ciò vuol dire che se spendiamo 500 euro per la scuola calcio del bambino potremo detrarre dall’irpef 95 euro ossia il 19% di 500. La dichiarazione dei redditi delle persone fisiche viene fatto per l’anno precedente, dunque nella dichiazione del 2019 potremo detrarre le spese sostenute nel 2018 e così via. E’importante ricordare questo aspetto perchè in genere le palestre e le attività sportive dei minori si svolgono tra settembre e giugno a cavallo di due anni differente ( da settembre 2018 a giugno 2019). In genere i pagamenti si effettuano mensilmente, per cui allegheremo alla dichiarazione per un anno i quattro mesi autunnali e per l’altro gli invernali e i primaverili. E’molto importante richiedere la ricevuta per l’importo effettivamente versato perchè la detrazione se pure è effettuabile fino ad € 210 è nei limiti del 19%. Di conseguenza se paghiamo 800 euro l’anno e ci viene fatturato 500, perdiamo il diritto alla detrazione per € 57,00, ossia la differenza tra il 19% di € 800 ( 152) e il 19% di € 500 ( € 95). Sono in molti a non comprendere questo aspetto, e ad accontentarsi di fatture con importo inferiore, ritenendo erroneamente l’importo massimo detraibile è di € 210, senza considerare che quest’ultimo è nei limiti del 19% del totale. Ad ogni modo richiedere la fattura corrispondente all’importo versato è un nostro diritto ma anche un nostro dovere rispetto all’ordinamento.

Avv. Italo Carbone

Facebook Comments