Home Home CANONE TIM: AMPLIATO LO SCONTO PER LE FAMIGLIE DISAGIATE

CANONE TIM: AMPLIATO LO SCONTO PER LE FAMIGLIE DISAGIATE

29
0

canone sconto tim offerte solo rete

Anche i nuclei familiari che hanno un reddito inferiore ad € 8112,23, certificato dal relativo Isee, hanno diritto ad uno sconto sul canone tim e senza che al loro interno vi siano anziani over 75, percipienti pensioni sociali o di invalidità o capo famiglia disoccupati. Precedentemete il limite del reddito era di € 6713,94. ( legge bilancio 2018). Lo sconto che è del 55,7 % rispetto alla tariffazione ordinaria, non è solo l’unico vantaggio per i nuclei familiari che secondo l’istat sono in condizione di povertà relativa, è stata prevista infatti la possiblità per le famiglie disagiate di reperire sul mercato offerte dedicate esclusivamente all’accesso alla rete internet. La presenza quasi esclusiva sul mercato di offerte miste voce ed internet penalizzava le famiglie più deboli le quali erano costrette a pagare in più per un servizio quello di telefonia fissa di cui a volte avrebbero fatto tranquillamente a meno. E’ sufficiente presentare la dichiarazione dei redditi o il modello Isee per ottenere lo sconto. La compagnia telefonica che fornirà questi servizi scontati sarà Tim in quanto essa mette a disposizione il servizio universale. Tim mette a disposizione dei moduli per la presentazione della richiesta di canone scontati, moduli facilmente rinvenibili in rete sul sito della compagnia medesima, ma anche presso Inps, negozi 187, e Caf. A tali moduli va allegata la dichiarazione Isee. La durata dell’agevolazione corrisponde alla validità dell’Isee presentata, alla scadenza di quest’ultimo bisognerà presentare richiesta di rinnovo, in mancanza della quale l’agevolazione non sarà confermata con conseguente applicazione della tariffa piena. Ad ogni modo tim alla scadenza dell’ Isee prorogherà per altri due mesi l’agevolazione, tuttavia scaduto tale termine applicherà le tariffe ordinarie. La tariffa scontata si applica dal momento della presentazione della domanda. L’estensione del bonus è stata comunicata dall’ Agcom con una nota del Consiglio dell’ Autorità. Con il provvedimento si è voluto  venire incontro a tutte quelle famiglie le quali essendo in uno stato di povertà relativa avevano meno strumenti di inclusione sociale a propria disposizione. Di conseguenza l’agevolazione determina maggiori opportunità di accedere alla rete, favorendo la possibilità di interagire dei soggetti economicamente più deboli. Si calcola che il provvedimento è potenzialmente destinato ad oltre 2 milioni di famiglie. Ci si augura che al provvedimento venga data ampia diffusione anche sui media nazionali, affinchè tutti i potenziali aventi diritto possano usufruirne.  

Facebook Comments