Home Home Al condominio sono applicabili le norme sui consumatori?

Al condominio sono applicabili le norme sui consumatori?

20
0

 

Al condominio è applicabile il piano del consumatore?

La questione finisce davanti alla Corte di giustizia europea

Da sempre la natura giuridica del condominio ha diviso dottrina e giurisprudenza. Esso è un ente di gestione fattuale composto da persone fisiche, ma nel suo rapporto con le obbligazioni tra i componenti oppure tra di esso e i terzi, le soluzione che sono state dalla giurisprudenza sono state tra le più variegate. Adesso però si è posta durante una controversia pendente davanti al Tribunale di Bergamo una questione interessante che potrebbe condizionare il futuro della vita di tutti i condomini. La questione è se al condominio possono applicarsi le norme sui consumatori e, per la precisione il piano del consumatore. Il Tribunale ha rimesso la questione alla Corte di Giustizia dell’unione europea. Il condominio non è nè un impresa, nè un professionista quindi di norma le regole sui consumatori gli dovrebbero essere applicate. Tuttavia non si può certamente sostenere che il condominio sia una persona fisica, esso rimane sempre un ente di gestione. Nel dubbio su quale normativa applicare il giudice bergamasco ha deciso di rimettere la questione al giudice europeo. Ricordiamo che il piano del consumatore è quel tipo di procedura cui si può aderire quando si ha un debito oggetto di esecuzione forzata ( ossia prima del pignoramento) per trovare una soluzione per comporre la lite con il creditore. Non sappiamo che cosa deciderà la corte europea, certamente sappiamo che la nozione di consumatore è anche definita dalla direttiva n. 93/13/Ce oltre che dal codice del consumo italiano. In questa definizione si chiarisce che il tipo di attività che si affronta a determinare l’applicabiità o meno delle norme sui consumatori non solo l’aspetto soggettivo. E su questo punto è indubitabile che il condominio si occupi esclusivamente degli interessi del condomini che lo compongono i quali mediante esso non esercitano alcun attività professionale o di impresa, ma gestiscono lo stabile di loro proprietà tramite un amministratore a ciò delegato.

Quali sono le conseguenze dell’applicabilità al condominio delle norme sui consumatori

Codice del consumo e piano del consumatore norme più favorevoli rispetto a quelle ordinarie

Certamente le normative applicabili ai consumatori sono più favorevole rispetto a quelle applicabili ad aziende e a società. Per queste ultime ad esempio il piano del consumatore non è applicabile. Inoltre tutte le norme applcabili ai consumatori negli acquisti non sono applicabili alle persone giuridiche. Dunque è evidente come sarebbe molto importante per i condomini ottenere il riconoscimento dell’applicazione delle norme sui consumatori per loro vicende, essi cioè otterrebbero una serie di agevolazioni normative in diversi ambiti. A nostro parere è indubitabile che il condominio non eserciti alcuna attività economica o professione, e in tutti i contratti in cui è parte esso rappresenti una pluralità di persone fisiche le quali agiscono come consumatori e non come soggetti economici. Tuttavia è altrettanto innegabile che tra persone fisiche, esercenti attività economiche o professionisti, il condominio rappresenti un ente particolare, ma le sue caratteristiche e la sua finalità sono certamente più vicine ai consumatori rispetto ad aziende e professionisti. Questo basterà per avere una pronuncia positiva sull’applicabilità delle norme sui consumatori da parte della Corte di giustizia dell’unione europea?

Avv. Tamara Liguori

Facebook Comments